a person sitting on wooden planks across the lake scenery
Umanesimo

La fiducia

tratto da ‘’Sulla Poesia’’ di Claudia Radi, -tutti i diritti riservati-

Capitolo VI°

Quando la necessità crea un’urgenza che la poesia non può sublimare.

Paragrafo II°

La fiducia

Avere fiducia in qualche cosa o qualcuno, procura un senso di pace.

Si tratta semplicemente di sostanze chimiche che agiscono nel nostro cervello in seguito ad uno stimolo ricevuto?

Oppure c’è qualche cosa di più profondo, in noi stessi, che deve essere coinvolto per poter avere fiducia?

Forse è solo nella semplicità dei bambini, la capacità di riporre fiducia in qualcuno o qualche cosa, come risposta naturale e spontanea ad un semplice sorriso o ad una rassicurazione ricevuta.

Per gli adulti avere fiducia è più difficile, entra in gioco la razionalità e con essa la ‘’morte’’ di qualunque azione determinata dal nostro istinto.

Ci si può fidare solo istintivamente: nessuno meriterebbe la nostra fiducia se preliminarmente dovesse essere ‘’passato al setaccio ’’ dalla nostra razionalità.

Siamo esseri umani, sempre in procinto di compiere degli errori: fidarsi di qualcuno non implica la certezza di non rimanere delusi o traditi.

Eppure fidarsi è bello.

Se non riesci ad avere fiducia negli altri, nel domani e in te stesso, difficilmente potrai condurre una vita all’insegna della serenità e della pace.

E se non riesci a raggiungere uno stato di pace dentro te stesso, tutto il resto diventa solo un palcoscenico dove quotidianamente viene messa in scena la rappresentazione ‘’teatrale’’ di quello che non sei.

C’è bisogno di poter avere fiducia negli altri, nel domani e in te stesso, per condure una vita sociale serena.

Essere sereni che la possibilità di venir ‘’sbattuti fuori’’ da un giorno all’altro dal proprio ambiente lavorativo senza una motivazione e senza il minimo rispetto per quello che sei (un essere umano) e per quello che hai rappresentato per tanti anni per l’azienda per la quale hai lavorato, non potrà mai verificarsi.

Essere sereni che la possibilità di subire violenze di qualunque tipo nell’ambiente familiare non sia contemplata dalla nostra vita.

Essere sereni che, nella malaugurata ipotesi succedessero cose di questo genere, le istituzioni, nelle quali riponi la massima fiducia, abbiano previsto strumenti che ti consentano di ottenere la giusta rivalsa ed il giusto sostegno ‘’morale’’ ed ‘’economico’’.

Ecco, questo secondo me significa poter avere fiducia e vivere in pace in una società civile.

(……………)

”IL SILENZIO PERMETTE LA VIOLENZA” Photo by Anete Lusina on Pexels.com

Rispondi Annulla risposta