Poesia

Il ‘’male’’ e la ‘’bellezza’’: la scelta!

(di Claudia Radi)

A parlare di ‘’sozzure’’ sono in difficoltà… lo ammetto,

c’è sempre il rischio di ‘’finirci dentro’’:

che si tratti di edonismo spinto,

di individualismo o di assoluto svilimento.

Per questo mi esprimo con ardore quando contestualmente le cito,

per l’enorme senso di schifezza che al contrario mi assalirebbe

qual ora ci sentissi la paura e il cinismo

a vomitarle,

insieme all’ansia,

mista all’allucinazione paranoicale.

Perché, perché…perché ognuno ha il suo perché!

Il mio è stato già da tempo ‘’coscientizzato’’,

e quindi non lo lascio atrofizzato

nelle pieghe dell’anima che mi ha salvato:

lo agisco e ‘’gli do fiato ’’!

Un ‘‘perché’’ sempre alla ricerca della luce del sole,

in ogni giorno che mi sveglio,

dopo un brutto sogno

o dopo un sogno bello.

La ‘’luce’’ è una conquista da preservare,

non ci si può sollazzare sul senso del male…

puoi parlarne per denunciarlo

e contestualmente esorcizzarlo,

ma non dialogarci,

perché l’unico risultato è ‘’divenirci’’!

Il male non cambierà,

ma se non lo scegli lui ‘’svanirà’’.

E per quello che riguarda la ‘’bellezza’’,

se ha un’ulteriore fine, questo lo devo ancora scoprire…

per ora con gratitudine mi accontento di lasciarmi trovare,

quando le aggrada di venirmi a visitare.

Rispondi Annulla risposta