“Il sole del mattino”

Questa poesia è per te,

che ti senti ferito e incompreso,

arrabbiato e abbandonato.

È per te che ti sei allontanato,

non ti sei più interrogato:

soffrendo sei scappato.

Voglio dedicarti questa poesia

per curare la tua ferita,

per farti sentire meno solo

in mia compagnia,

per attenuare la tua rabbia,

per creare un ponte alla tua fantasia.

Un ponte da attraversare

che riesca ancora a farti sognare,

intravvedendo una luce nel buio,

accennare un sorriso per quel pensiero strano,

all’inizio confuso,

poi solo fantastico che la tua mente produce.

Senza la fantasia non c’è salvezza

in questo mondo avvinghiato alla strada

della concretezza…

Duro è l’asfalto, scuro e graffiante,

non rimanerci di continuo avvinghiato,

pensa di nuovo a spiccare un bel volo

di tanto in tanto,

all’affacciarsi del sole del mattino!

( autrice Claudia Radi, poesia inedita, tutti i diritti riservati)

Facebook
WhatsApp
Telegram
Twitter
LinkedIn

Ultimi Articoli